Il Tetto Ventilato

Riteniamo estremamente importante l’utilizzo del sistema di tetto ventilato e lo consigliamo fortemente per la costruzione di Case di Legno.

Come funziona un tetto ventilato? Si tratta di creare una intercapedine d’aria tra le tegole e il materiale isolante che copre il soffitto del nostro edificio. Questo spazio prende il nome di camera di ventilazione.

In termini pratici, la tegola viene fissata su dei pannelli che risultano a loro volta sollevati dall’isolante per mezzo di una doppia listellatura.

Schema di un tetto ventilato per case di legno

Le tegole nel periodo estivo raggiungono delle temperature molto elevate e riscaldano l’aria che si trova nell’intercapedine sottostante. Come si sa l’aria calda tende a salire verso l’alto, per cui richiamando aria più fredda dalla gronda crea un riciclo che va a rinfrescare l’aria che si trova a diretto contatto dello strato isolante, permettendogli così di “lavorare” al meglio

In inverno invece il fenomeno è differente. Il calore prodotto in casa riscalda il tetto ventilato che a contatto con l’aria fredda esterna produce condensa. Questa se restasse a contatto con il tetto lo raffredderebbe oltre ad aumentare l’umidità all’interno della casa. Grazie al tetto ventilato invece il vapore acqueo può tranquillamente essere espulso con conseguente grande vantaggio termico.

Questo genere di struttura migliora del 25% l’isolamento termico e ostacola la formazione di umidità nell’ambiente.

Un piccolo dettaglio tecnico: lo spazio dell’intercapedine non può essere identico per tutti i tetti ventilati ma deve essere adattato a ciascuna casa di legno, tenendo conto delle dimensioni del tetto e della sua pendenza. Troppo spazio significa ridurre la velocità di movimento dell’aria, mentre se questo risulta troppo poco diminuisce la capacità di isolamento. Diffidare sempre dai sistemi che propongono per tutti i tetti la stessa caratteristica.